Torno al sud

La cooperativa PROTEATRO, che opera in Campania,  nel 2020 ha dato il via al progetto artistico-culturale TORNO AL SUDper una narrazione non omologata di una terra bellissima.

Il progetto prevede un film, una web series, mostre artistiche, spettacoli teatrali, concerti, laboratori. 

Il mondo è narrazione, noi siamo quello che raccontiamo

Lo scopo principale del progetto è quello di proporre una narrazione diversa della nostra terra, una narrazione che oltre a porre problemi cerchi per essi soluzioni:  verosimili, artistiche, poetiche. 

TORNO AL SUDper una narrazione non omologata di una terra bellissima nasce principalmente da un sentimento di rabbia nel vedere che attualmente la nostra terra, oltre alla migrazione giovanile, vive una migrazione di adulti che si spostano per dare un futuro migliore ai propri figli ed una migrazione di anziani che emigrano per andare ad abitare presso i propri figli che, anni prima, hanno studiato e stabilito la propria vita al nord.

Tutti noi abbiamo dei nostri cari emigrati. È possibile che non ci possa essere un’altra narrazione possibile? È possibile che non ci sia un’altra narrazione possibile delle nostre vite? Per noi che restiamo e che investiamo al sud è possibile arrenderci senza cercare di condizionare in modo positivo questo trend? È possibile che dobbiamo arrenderci al sentire che i nostri giovani non studiano se non per andarsene?

La tenacia è il motore creativo che anima il progetto TORNO AL SUDper una narrazione non omologata di una terra bellissima.

I prodotti artistici che ne scaturiranno, soprattutto il film e la web series, sono pensati nel solco della grande commedia italiana laddove argomenti seri e di grande impatto sociale vengono costruiti per far scaturire risate amare che in funzione catartica mirano a cambiare la consueta narrazione della nostra terra e a dare e/o suggerire soluzioni diverse.

Noi siamo una realtà di provincia, nata in start-up tre anni fa grazie a Cultura Crea, sappiamo bene di che parliamoperché lo viviamo quotidianamente sulla nostra pelle. 

Il progetto è pensato su base triennale, invitiamo tutti coloro che possano essere interessati a collaborare con noi e condividere i nostri intenti, siano esse aziende e/o artisti a contattarci.

Ideatore e responsabile del progetto è il Direttore Artistico della Cooperativa PROTEATRO Francesco Scotto

Sceneggiatori del film e della web series sono: Francesco Scotto, Antonio Lippiello, Alberto Tortora, Giuseppe Barbato e Raffaella Vasco.

Responsabili editoriali e responsabili della Comunicazione del progetto sono: Felice D’Anna, Mariella Del Basso, Gilda Liquidato.

Rispondi